Accesso Email

Clicca qui per accedere alla posta
(Si aprirà una nuova finestra)

Accesso pannello





P.zza Neghelli,1/A - 80124 - Napoli
Tel. +39 081 562 83 89 - Fax +39 081 060 57 04
Email: info@rsambiente.it


News


News » Ambiente

  • 08/02/2016
  • Con l'approvazione da parte della Camera del "Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità 2016" si è concluso un importante misura volta ad incentivare la bonifica dei manufatti in amianto. I materiali contenenti amianto sono ancora massicciamente presenti in tanti edifici, sia pubblici che privati, comprese le scuole, ma anche nei tunnel, nelle gallerie, nelle tubazioni, nei serbatoi e nei macchinari, per questo l'argomento è quanto mai di primaria importanza.

     

    Per quanto riguarda le disposizioni in materia di interventi di bonifica da amianto, il Collegato Ambientale istituisce un credito d’imposta per le imprese che effettueranno nell'anno 2016 interventi su beni e strutture produttive. Il credito di imposta è pari al 50% delle spese sostenute e per poterne beneficiare gli interventi dovranno avere un importo unitario di almeno 20.000 euro. Si prevede la ripartizione del credito d’imposta in tre quote annuali di pari importo mentre il limite di spesa complessivo è di 5,667 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017, 2018 e 2019.

     

    Al Ministero dell'Ambiente, tramite un apposito decreto, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge, viene assegnato il compito di:

     

    - individuare le modalità e i termini per la concessione del credito d'imposta a seguito di istanza delle imprese;

    - le disposizioni idonee ad assicurare il rispetto del limite di spesa complessivo;

    - i casi di revoca e decadenza dal beneficio e le modalità per il recupero di quanto indebitamente percepito.

     

    Il Ministero dell'Ambiente, nel rispetto del limite di spesa, dovrà determinare anche l'ammontare dell'agevolazione spettante a ciascun beneficiario e provvedere a effettuare i controlli necessari per verificare la corretta fruizione del credito d'imposta.